Riduzione di imposta del 25%

L’IMU dovuta per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge n. 431 del 1998 è ridotta del 25 per cento. Rientrano tra questi contratti quelli di cui all’art. 2, comma 3, e art. 5, commi 1 e 2, della Legge 9 dicembre 1998, n. 431 (articolo e comma sono indicati nel contratto di locazione).

Aliquota agevolata 0.76%

E’ confermata per l’anno 2018 l’aliquota agevolata già prevista negli scorsi anni relativamente  alle unità immobiliari (ed alle pertinenze ammesse) interamente locate – alle condizioni definite negli accordi tra le organizzazioni delle proprietà edilizia e quelle dei conduttori – dal soggetto passivo di imposta a:

  • persone fisiche che le utilizzino come abitazione principale;
  • studenti universitari, non residenti nel Comune, iscritti ad un corso di laurea, ad un diploma universitario o ad una specializzazione post laurea presso l’Università degli Studi di Bologna;
  • lavoratori, non residenti nel Comune di Bologna o in Comuni confinanti, che svolgono stabilmente la propria attività lavorativa nel Comune di Bologna o in Comuni confinanti.

L’aliquota agevolata può essere applicata anche nel caso in cui il locatario sia parente di primo grado della persona che utilizza l’immobile come abitazione principale ovvero dello studente o lavoratore fuori sede.

Attestazione di rispondenza del contratto di locazione agli accordi

In attuazione di quanto disposto dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasposti del 16 gennaio 2017, con gli accordi del 26 settembre 2017 applicabili nel territorio metropolitano di Bologna, le organizzazioni sindacali dei proprietari e degli inquilini hanno convenuto sull’opportunità di prevedere un’apposita attestazione che dovrà essere rilasciata congiuntamente da una organizzazione della proprietà edilizia e da una dei conduttori firmatarie dell’accordo, tramite l’elaborazione e la consegna di una modulistica atta a documentare alla pubblica amministrazione la sussistenza di tutti gli elementi utili ad accertare il rispetto sostanziale dell’accordo, anche con riguardo alle agevolazioni fiscali.

Per poter fruire delle agevolazioni IMU previste per la locazione a canone concordato per i contratti stipulati a partire dal 1 marzo 2018 (data di avvio delle procedure di attestazione) dall’anno 2018 è pertanto necessaria l’attestazione di rispondenza dal contratto da parte delle organizzazioni Sindacali che hanno sottoscritto l’accordo. Per l’area di Bologna l’attestazione di conformità, secondo quanto previsto dall’art. 13 dell’accordo, dovrà essere rilasciata congiuntamente da due organizzazioni sindacali di cui una della proprietà edilizia e una dei conduttori.

Il nostro studio, relativamente ai contratti stipulati con la nostra assistenza, svolge le incombenze per la certificazione presso le organizzazioni sindacali inquilini/proprietari deputate alla firma dell’attestazione.

L’attestazione non è invece necessaria per poter potere applicare le agevolazioni IMU ai contratti concordati stipulati fino al 28 febbraio 2018.

Dichiarazioni

Il contribuente è tenuto a dichiarare al Comune il diritto alle suddette riduzioni.  modulo scaricabile 

  • nel caso in cui il contribuente sia in  possesso dei requisiti previsti per l’applicazione dell’aliquota agevolata 0,76% e della riduzione di imposta del 25% dovrà presentare al Comune, per l’applicazione di entrambe le agevolazioni, esclusivamente la dichiarazione delle aliquote entro il 16 dicembre dell’anno di imposta. Le dichiarazioni delle aliquote già presentate negli anni passati, se non sono intervenute variazioni, hanno valore anche per l’anno 2018 sia come comunicazione del diritto all’applicazione dell’aliquota ridotta 0,76% che come comunicazione del diritto alla riduzione di imposta del 25%;
  • nel caso invece in cui il contribuente abbia diritto alla riduzione IMU del 25 per cento ma non abbia i requisiti per potere fruire dell’aliquota ridotta (ad esempio perché l’immobile è locato ad una persona giuridica o ad un conduttore diverso da quelli previsti dal regolamento) per comunicare il diritto alla riduzione di imposta del 25 per cento dovrà presentare la dichiarazione IMU su modello ministeriale entro il termine del 30 giugno dell’anno successivo a quello di imposta (1 luglio 2019 per l’anno 2018);

La dichiarazione ha valore anche per gli anni successivi, se non intervengono modificazioni; in caso contrario deve essere inviata apposita dichiarazione, attestante l’avvenuta variazione.

La dichiarazione delle aliquote può essere consegnata all’ufficio IMU – Piazza Liber Paradisus, 10,  Torre A , oppure può essere spedita tramite raccomandata allo stesso indirizzo o inviata via fax al numero 051 7095076, unitamente alla fotocopia di un documento di riconoscimento, oppure può essere scansionata ed inviata tramite posta elettronica all’indirizzo: infoimu@comune.bologna.it

Ultimo aggiornamento dicembre 2018

Aliquote agevolate IMU – invio entro il 18 dicembre
Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial